Nuove scosse di terremoto in centro Italia

La terra torna a tremare in centro Italia e torna la paura. Ad appena 50km di distanza dall’epicentro del devastante terremoto di agosto, una nuova faglia ha provocato nuove scosse di terremoto, che si sono sentite distintamente anche a Roma e perfino in Nord Italia.

Sono passati appena due mesi dal terremoto che lo scorso 24 agosto ha devastato Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, provocato 296 morti, centinaia di feriti e oltre 4.800 sfollati.

 

Un secondo forte sisma, un nuovo duro colpo per gli abitanti del centro Italia: almeno 3.000 gli sfollati del terremoto del 26 ottobre, secondo la Protezione Civile. Un anziano morto per infarto e diversi feriti lievi, questo il bilancio del sisma con epicentro nella zona di Macerata, a Ussita e Preci. La situazione più critica nel paese più vicino all’epicentro, Castelsantagelo sul Nero, dove è mancata anche la correte elettrica. In una notte di piogge intense e nuovi problemi alla viabilità, si allestiscono altre tendopoli e vengono evacuati gli ospedali. Diversi edifici ormai resi inagibili sono crollati e tra le famiglie torna la paura.

 

La terra non smette di tremare in centro Italia: il 30 ottobre alle 7.40 una nuova violenta lunga scossa di magnitudo 6.5 con epicentro nella zona tra Perugia e Macerata ha dato un brusco risveglio alla popolazione delle zone colpite. Ancora crolli, come a Norcia, Castelluccio, molti i feriti. Fortunatamente nessuna vittima, ma sono 25.000 gli sfollati nelle Marche e 5.000 in Umbria per la Protezione Civile. Ma secondo le fonti della Presidenza del Consiglio si potrebbe arrivare anche a 100.000 sfollati. Da domenica sono stati complessivamente 560 eventi sismici nell'area interessata dal terremoto in questi mesi, come riportato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Prosegue anche l'intervento della Protezione Civile per portare soccorso a feriti e sfollati.

 

Siamo vicini a tutte le persone colpite dal terremoto e perciò la nostra campagna di raccolta fondi continua. Non lasciamoli soli!

 

AIUTA LE VITTIME DEL TERREMOTO

 

Pubblicato il 27 ottobre 2016 e aggiornato il 31 ottobre 2016