World Vision interviene alla FAO

Dal 17 al 21 ottobre, presso la sede della FAO a Roma, si tiene la sessione annuale del Comitato sulla Sicurezza Alimentare Mondiale (CFS), un momento fondamentale di confronto internazionale per garantire un’alimentazione adeguata per tutti. World Vision partecipa in un evento sulla sostenibilità della produzione alimentare.

Il Comitato sulla Sicurezza Alimentare Mondiale (CFS) coinvolge i principali attori sociali e intergovernativi per sviluppare e condividere raccomandazioni e linee guida sui temi legati alla nutrizione e alla sicurezza alimentare. Ogni anno, oltre alla sessione plenaria, sono ospitati degli eventi collaterali, in cui interviene anche World Vision.

 

Mercoledì 19 ottobre, dalle 18 alle 19, presso la sede della FAO a Roma, World Vision interviene in un evento che affronta il tema dell’azione inter-settoriale a livello nazionale e locale per raggiungere la sostenibilità della produzione alimentare. Intervengono insieme a World Vision: Bioversity International, la FAO (Food and Agriculture Organisation), il governo canadese e il Nutrition Movement, in un dialogo sui sistemi agricoli che garantiscano la sicurezza alimentare e un’alimentazione adeguata nelle comunità.

 

Investimenti responsabili possono aiutare i piccoli agricoltori e le famiglie più vulnerabili nell’autosussistenza e nella creazione di lavoro, combattendo ogni forma di lavoro minorile e promuovendo invece la partecipazione sociale e l’inclusione. L’obiettivo è quello di una crescita economica che realizzi uno sviluppo sostenibile. Oltre 1,3 miliardi di persone nel mondo basano la loro sussistenza sull’allevamento e l’agricoltura: politiche virtuose e sostenibili possono aiutare gli agricoltori a potenziare il rendimento, migliorare la condizione delle famiglie più vulnerabili e garantire la sicurezza alimentare a chi non ce l’ha. World Vision presenta in questa occasione un progetto realizzato in Ghana, in collaborazione con i Servizi Sanitari Regionali e con il Ministero dell’Alimentazione e dell’Agricoltura, per sostenere la produzione agricola delle famiglie più povere.

 

DONA PER GARANTIRE LA SICUREZZA ALIMENTARE A CHI NON CE L'HA

 

Pubblicato: 18 ottobre 2016