Liberati 250 bambini soldato in Sud Sudan

12 Febbraio 2018

Oggi, 12 febbraio, è il Red Hand Day, la Giornata Mondiale contro il Reclutamento dei Bambini Soldato e la festeggiamo con la liberazione di 250 bambini soldato in Sud Sudan.

Nel mondo ci sono oltre 300.000 bambini soldato reclutati illegalmente dai gruppi armati per combattere nei conflitti. I bambini soldato vengono reclutati con false promesse, o addirittura rapiti. Sono costretti a uccidere, o vengono uccisi. Vivono esperienze che nessun bambino dovrebbe mai dover vivere.

 

Quest’anno siamo lieti di celebrare la Giornata Mondiale contro il Reclutamento dei Bambini Soldato (Red Hand Day) che cade il 12 febbraio, con un successo sul campo: la liberazione di 250 bambini soldato in Sud Sudan. World Vision, insieme ad altre organizzazioni umanitarie, ha infatti partecipato alla missione di pace che nei prossimi mesi porterà al rilascio da parte di gruppi armati di altri 400 bambini soldato. Un successo per gli accordi di pace tra le fazioni e il governo, ma soprattutto un successo per il nostro programma contro la violenza sui bambini. Per questo vogliamo ringraziare tutti i sostenitori che hanno reso possibile tutto questo e che ancora sosterranno World Vision nei paesi più instabili del mondo, per proteggere i bambini più vulnerabili.

 

I 250 ex bambini soldato liberati in Sud Sudan ora saranno inseriti in programmi di educazione, supporto psicologico e formazione professionale, nei Centri di Riabilitazione di World Vision, così potranno ricongiungersi con le loro famiglie al più presto.

 

World Vision è impegnata in campagne contro il reclutamento dei bambini soldato nei paesi ove questo crimine è più diffuso: come Siria, Mali, Repubblica Democratica del Congo, Sud Sudan, ma la lista purtroppo è molto più lunga. Questa liberazione è solo uno dei successi che possiamo ottenere insieme sul campo.

 

Con il tuo sostegno potremo cambiare la storia di un bambino soldato.

 

SOSTIENI WORLD VISION

 

"Nessun bambino dovrebbe essere costretto a combattere nelle guerre degli adulti. Ma i bambini sono bersagli facili. Sono vulnerabili e inclini ad essere attirati da promesse disoneste, quando la vita intorno a loro sembra non offrire alternative. È nostro compito cambiare questa realtà”, commenta la notizia Andrew Hassett, Direttore Globale delle Campagne di World Vision. "Il cambiamento è possibile, grazie agli sforzi delle comunità, sostenuti dall’impegno dei governi e dal sostegno della società. Vogliamo che questi bambini credano che un futuro migliore sia possibile, per loro e per il loro paese, e stanno facendo i primi passi verso questo oggi”, conclude.

 

Pubblicato il 12 febbraio 2018

300.000 bambini soldato nel mondo

World Vision al fianco dei bambini

Il dramma dei bambini soldato

.

World Vision al fianco dei bambini

300.000 bambini soldato nel mondo

Il dramma dei bambini soldato

.

Il dramma dei bambini soldato

300.000 bambini soldato nel mondo

World Vision al fianco dei bambini

.