Il Programma WASH di World Vision in Nepal

Margarettha è in Nepal a seguire le operazioni relative all'acqua, all'igiene e alle pratiche sanitarie per World Vision durante l'emergenza terremoto

"Come prima cosa devo recarmi sul campo per valutare la situazione, i danni provocati dal terremoto e la qualità dell'acqua a cui accedono le persone, come possono fare per le pratiche di igiene e sanitarie, quali sono le priorità a cui rispondere.

 

Le persone mi hanno detto che la priorità sono i ripari e le tende, perché hanno ancora paura di rientrare nelle loro case. La maggior parte delle case è crepata, danneggiata e alcune sono totalmente distrutte.

 

Hanno paura della stagione dei monsoni che sta arrivando, perché tutte queste crepe possono creare infiltrazioni d'acqua; inoltre, il vento può colpire nuovamente le loro case.

 

In Nepal, gli abitanti vogliono migliorare le loro condizioni sanitarie, anche eliminando le pratiche di defecazione all'aperto. Ma ora, a causa del terremoto, le toilette sono distrutte, così come tutti gli altri impianti igienico-sanitari sono distrutti. Le persone sono tornate alle loro abitudini igieniche precedenti e questo può aumentare il rischio di colera, diarrea e altre malattie."